Da crisalide a farfalla…un messaggio di speranza per adolescenti involontariamente nerd e disperati !

Ciao a tutti! Oggi sono capitata per caso sul programma “Plain Jane” su MTV, dove una splendida Luise Roe ha fatto fare un bel salto verso la sicurezza a una ragazza e per niente popolare, trasformandola in una tipa attraente.

Ebbene, io ho fatto la stessa evoluzione, solo che ad aiutarmi non avevo nessun coach ma solo me stessa e la mia voglia di sbocciare.

Dovete sapere che ai tempi del liceo, verso i 15 anni, non solo sono arrivata a pesare quasi 80 kg (sono alta 174 cm) ma mi vestivo in modo orribile, ero totalmente incapace di valorizzarmi e anche di avere conversazioni e rapporti con i ragazzi che non fossero amicizia e simpatia fraterna. Pacche sulle spalle e battute il rito quotidiano, ma mai nessuno che mi guardasse come femmina.

Nemmeno li accusavo di essere superficiali, semplicemente perchè loro mi trattavano esattamente come io mi ponevo con loro…e a dire che non ero attraente non avrebbero certo detto una bugia.

Una bella difesa è nascondersi dietro il proprio grasso, o dentro un maglione sformato, o dentro una personalità nerd che magari è solo conseguenza di altro.

Per essere sincera, premetto una cosa…ora che ho 30 anni e un po’ di esperienza alle spalle, sono assolutamente convinta che le persone migliori e anche più affascinanti che si possano incontrare siano quelle che hanno fatto questo passaggio, da crisalide a farfalla. Vale per le ragazze come per i ragazzi!

Questo perchè negli anni di “sfigaggine” hanno sviluppato la simpatia, la propria cultura (anche buttandosi sullo studio in modo a volte esagerato) e la capacità di resistenza.

Hanno imparato, come ho fatto io, a distinguere i veri amici da quelli fasulli, anche perchè difficilmente le persone si attaccavano a noi per emergere, a differenza di ciò che accadeva ai popolari…apparentemente circondati da persone veneranti, ma in realtà attiratori di invidie e competizioni.

Quindi, per me nerd non è altro che sinonimo di intelligenza e di capacità di distinzione. In più, soprattutto i maschi, abituati a doversi “sudare” le ragazze, da grandi hanno una marcia in più nel tenersi una donna rispetto ai bellocci della scuola.

Se scrivo, però, scrivo a quelli come me che magari sentono dentro di non essere a proprio agio nel ruolo di timido insicuro…quelli che si sentono dentro un sacco di cartone e non sanno come uscirne, o che magari non capiscono come mai si vedono brutti da morire e che pensano che avere un ragazzo sia la cosa più improbabile e lontana che possa succedere. Figuriamoci diventare belli o popolari! Pura fantascienza!

Invece io scrivo e scriverò per dimostrarvi il contrario e magari per dare qualche consiglio pratico che io stessa ho sperimentato sulla mia pelle! C’è voluto il giusto tempo ma oggi sono la donna che ho sempre sentito di essere 🙂

Potete farlo anche voi! Ci credete? Si inizia da oggi! Seguitemi sul blog
Un saluto

Mati

Eccomi qui, da grande :)
Eccomi qui, da grande 🙂
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...