Sporty style

Chi l’ha detto che in tuta non siamo presentabili? Quest’anno lo stile sporty diventa sexy e di tendenza, basta scegliere i capi giusti e soprattutto qualche accessorio “fico” e il gioco è fatto!
A me questo stile piace particolarmente, proprio perchè, oltre ad essere comodo, nel mondo della moda viene un po’ snobbato…e quindi creare dei bei set è un po’ una sfida!
Per questo in questa primavera/estate vi proporrò diversi set, tutti per vere sportive o anche per chi vorrebbe esserlo!
Stay tuned!
Sporty style

Brooks Brothers red cashmere sweater
€88 – brooksbrothers.com

Bra top
€25 – nelly.com

J Crew cotton jacket
€230 – jcrew.com

Neil Barrett loose leather pants
€280 – stylebop.com

Wildfox black glasses
€160 – adasa.com

For teens: per farfalle nel bozzolo…lo step n.1

Ciao a tutti!
Come anticipato ecco i miei consigli per quelli che si sentono brutti, sfigati, intrappolati in un bozzolo e pensano che non potranno mai uscirne.
Se state leggendo oggi, vuol dire che forse un po’ di speranza l’avete? Ottimo!
Allora ecco il primo consiglio, il più importante di tutti!

Profumare!

Alla base del profumare sta per prima cosa l’igiene quotidiana. Anche se tutti fingeranno di saperne già abbastanza o di occuparsene a sufficienza… spesso non è cosi!

Soprattutto per gli adolescenti, a causa della situazione ormonale non proprio equilibrata, l’igiene personale diventa importantissima e in grado di fare la differenza!

Come lo intendo io, però, lavarsi assume un significato ulteriore!
Non solo per igiene, che è cosa scontata (dovrebbe esserlo..ma siete sicuri di farlo a sufficienza?), ma anche per una cosa che davvero fa la differenza e lo farà sempre nella vita: IL PROFUMO!

Molte delle nostre relazioni personali nella vita, non solo quelle affettive ma tutte le interazioni sociali, saranno condizionate da questo in modo più o meno inconscio.

Sarà l’odore a dirci molto di una persona, ancora prima che ce ne accorgiamo razionalmente.

Quando mi capita di parlare con qualche persona che profuma di pulito la valuto subito in maniera diversa, acquista di importanza ai miei occhi a prescindere da chi è e cosa dice.

Quando invece incontro qualcuno che non solo non profuma, ma ha i capelli non puliti, emana strani odori o ha abiti non proprio freschi, può essere anche Einstein ma la mia valutazione non sarà delle migliori e soprattutto…non avrò voglia di trascorrere più di tanto tempo in sua compagnia.

Può sembrare un ragionamento superficiale, in realtà non lo è: la cura che una persona ha di sè testimonia non solo che spende del tempo per rendersi presentabile (quindi dà l’idea di una persona affidabile ed affidabile perchè organizzata), ma anche che ha rispetto per gli altri.

07hfasybedit4072Il mio consiglio quindi è di partire da li…fatevi la doccia spesso, più del solito, per profumare di pulito più spesso possibile!

I vostri capelli, anche se ingestibili o spettinati, se puliti, saranno sempre accettabili!

Dopo, e solo DOPO aver curato per bene l’igiene e solo quando sentite che profumate di pulito, potrete acquistare un profumo o farvelo regalare da qualcuno di famiglia.

Soprattutto se siete in cerca dell’anima gemella, avere una fragranza che vi contraddistingue  diventa un grandissimo alleato.

Ecco come scegliere il vostro profumo:

1. non seguire il vostro compagno di classe o, se siete donne, l’amica cool e popolare, copiandone il profumo. Non servirebbe altro che a farvi sembrare una brutta copia e apparire patetico ai suoi occhi;

2. Cercate tra i vari profumi in profumeria un’essenza che appena la sentite vi parli di voi…vi richiami belle sensazioni e non vi dia fastidio alla lunga: non per forza dev’essere di marca e costosa. Vi piace da morire? Bene, quello sarà il vostro profumo personale.

3. Indossarlo preferibilmente dopo una doccia, soprattutto per i ragazzi è una regola fondamentale da non sottovalutare nè adesso nè in futuro…il profumo non sostituisce il deodorante!E’ un’altra cosa!

4. Se si tratta di un’essenza abbastanza delicata o tendente al fresco, andrà benissimo anche di giorno, anche per andare a scuola. Ma lasciate i profumi più intensi e persistenti per quando uscite la sera! Di giorno andrà benissimo un deodorante fresco.

5. Non avete voglia o la possibilità di spendere soldi? A parte che si trovano profumi a costi anche bassissimi, ma il mio consiglio è, quando si acquista un’essenza, di puntare un po’ più alla qualità. Piuttosto, è preribile aspettare un’occasione per farsene regalare uno, perchè i profumini di qualità scadente possono avere effetti sgradevoli imprevisti…quali per esempio svanire prestissimo o peggio,cambiare profumazione durante la giornata e diventare insopportabili.

Non dimenticate che, comunque, un profumo personale, sia da uomo che da donna, è davvero un ottimo investimento…soprattutto quando si vuole trovare un/una fidanzato/a.
Quando non ci sarete, parlerà di voi al posto vostro e vi farà ricordare….niente male no?

Trova il tuo profumo personale...che parli di te e te soltanto!
Trova il tuo profumo personale…che parli di te e te soltanto!

 

Ci rivediamo allo step n. 2!

Mati

Da crisalide a farfalla…un messaggio di speranza per adolescenti involontariamente nerd e disperati !

Ciao a tutti! Oggi sono capitata per caso sul programma “Plain Jane” su MTV, dove una splendida Luise Roe ha fatto fare un bel salto verso la sicurezza a una ragazza e per niente popolare, trasformandola in una tipa attraente.

Ebbene, io ho fatto la stessa evoluzione, solo che ad aiutarmi non avevo nessun coach ma solo me stessa e la mia voglia di sbocciare.

Dovete sapere che ai tempi del liceo, verso i 15 anni, non solo sono arrivata a pesare quasi 80 kg (sono alta 174 cm) ma mi vestivo in modo orribile, ero totalmente incapace di valorizzarmi e anche di avere conversazioni e rapporti con i ragazzi che non fossero amicizia e simpatia fraterna. Pacche sulle spalle e battute il rito quotidiano, ma mai nessuno che mi guardasse come femmina.

Nemmeno li accusavo di essere superficiali, semplicemente perchè loro mi trattavano esattamente come io mi ponevo con loro…e a dire che non ero attraente non avrebbero certo detto una bugia.

Una bella difesa è nascondersi dietro il proprio grasso, o dentro un maglione sformato, o dentro una personalità nerd che magari è solo conseguenza di altro.

Per essere sincera, premetto una cosa…ora che ho 30 anni e un po’ di esperienza alle spalle, sono assolutamente convinta che le persone migliori e anche più affascinanti che si possano incontrare siano quelle che hanno fatto questo passaggio, da crisalide a farfalla. Vale per le ragazze come per i ragazzi!

Questo perchè negli anni di “sfigaggine” hanno sviluppato la simpatia, la propria cultura (anche buttandosi sullo studio in modo a volte esagerato) e la capacità di resistenza.

Hanno imparato, come ho fatto io, a distinguere i veri amici da quelli fasulli, anche perchè difficilmente le persone si attaccavano a noi per emergere, a differenza di ciò che accadeva ai popolari…apparentemente circondati da persone veneranti, ma in realtà attiratori di invidie e competizioni.

Quindi, per me nerd non è altro che sinonimo di intelligenza e di capacità di distinzione. In più, soprattutto i maschi, abituati a doversi “sudare” le ragazze, da grandi hanno una marcia in più nel tenersi una donna rispetto ai bellocci della scuola.

Se scrivo, però, scrivo a quelli come me che magari sentono dentro di non essere a proprio agio nel ruolo di timido insicuro…quelli che si sentono dentro un sacco di cartone e non sanno come uscirne, o che magari non capiscono come mai si vedono brutti da morire e che pensano che avere un ragazzo sia la cosa più improbabile e lontana che possa succedere. Figuriamoci diventare belli o popolari! Pura fantascienza!

Invece io scrivo e scriverò per dimostrarvi il contrario e magari per dare qualche consiglio pratico che io stessa ho sperimentato sulla mia pelle! C’è voluto il giusto tempo ma oggi sono la donna che ho sempre sentito di essere 🙂

Potete farlo anche voi! Ci credete? Si inizia da oggi! Seguitemi sul blog
Un saluto

Mati

Eccomi qui, da grande :)
Eccomi qui, da grande 🙂

Pit stop

Stamani mi sono svegliata e ho ricordato parti della mia vita che sono state favolose. Non senza problemi, ma talmente dense di significato che dei problemi non ricordo niente.

Sono accadute cose straordinarie, amicizie rivoluzionarie, incontri decisivi e tanta vita. Ho vissuto. E tanto.

Da qualche anno sembra tutto si sia fermato, o meglio, che sia precipitato verso un fondo che si avvicina. Ma pensando alla mia vita finora, alla magia che ho potuto vivere e soprattutto alle persone che ho incrociato, so di non aver mai avuto una vita banale ma intensa e piena piena di poesia.

Quindi, forse, questo lungo stop arriva giusto, per farmi riposare e, passando attraverso tutto il dolore insopportabile, spalancarmi il cuore verso altra vita magica ed altra poesia.

la parola di oggi è: “vivere”
397532_584835614864596_1254457496_n
#1day1word